Contribuzione

Quote contributive delle Aziende

Le aziende versano ad ENFEA € 54 all'anno pari ad € 4,5 al mese per ciascun dipendente con contratto di lavoro a tempo pieno (o € 51 all'anno, pari ad € 4,25 al mese per ciascun dipendente con contratto di lavoro part time fino a 20 ore settimanali).  

Il suddetto contributo viene poi ripartito nella gestione dei seguenti fondi: 

  • “Fondo Sviluppo bilateralità PMI CONFAPI”: 6 euro annui (0,50 euro mensili per 12 mensilità per ciascun lavoratore a tempo pieno per lo sviluppo dell’Apprendistato); 3 euro annui (0,25 euro mensili per 12 mensilità per ciascun lavoratore part time fino a 20 ore); 
  • “Fondo sostegno al reddito”:28 euro annui ( 2,33 euro mensili per 12 mensilità) per ciascun lavoratore, quale strumento di welfare integrativo degli strumenti previsti per legge;
  • “Osservatorio della contrattazione e del lavoro”: 8 euro annui (0,66 euro mensili per 12 mensilità) per ciascun lavoratore, per il sostegno e lo sviluppo degli strumenti bilaterali e delle relative articolazioni settoriali e territoriali, l’introduzione e relativo sostegno delle attività di rappresentanza sindacale territoriale/bacino nonché la contrattazione territoriale di secondo livello; 12 euro annui (1,00 euro mensili per 12 mensilità) per ciascun lavoratore, per ulteriori attività correlate, assorbenti le eventuali quote già previste dalla contrattazione nazionale.

Sono tenute al versamento le imprese che applicano i contratti collettivi Pmi Confapi, escluse solo quelle dell’edilizia, in quanto la categoria aderisce a un diverso sistema. Il sistema bilaterale previsto dagli accordi interconfederali e dai contratti collettivi nazionali e territoriali/aziendali delle Pmi Confapi riguarda, dunque, tutte le imprese – aderenti e non aderenti alle associazioni di categoria – che rientrano nella sfera di applicazione dei contratti collettivi Pmi Confapi, in quanto rende prestazioni indispensabili a completare il trattamento economico e normativo del lavoratore.

L’impresa, aderendo al sistema bilaterale e contribuendo nei termini di cui si è detto, assolve ogni obbligo in materia nei confronti dei propri lavoratori. 

 

Modalità di Pagamento Contributi

I contributi vanno versati utilizzando il Modello F24 e vanno dichiarati tramite il flusso UniEmens.

Modalità di versamento con il Mod. F24

Con la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate N. 51/E del 15 luglio 2013 è stato istituito il codice “ENFE” da utilizzarsi per i versamenti all’ENTE BILATERALE ENFEA, ente nazionale per la formazione e l’ambiente.

L’Inps ha quindi diramato la circolare n. 121 del 6 agosto 2013, con la quale si esplicitano le istruzioni per la compilazione dei modelli F24.
Pertanto i datori di lavoro indicheranno, in sede di compilazione del modello di versamento “F24”, nella sezione “INPS”, distintamente dai dati relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali obbligatori, la causale “ENFE” esposta, nel campo “causale contributo”, in corrispondenza esclusivamente del campo “importi a debito versati”. 
Inoltre nella stessa sezione nel campo “codice sede” va indicato il codice della sede Inps competente; nel campo “matricola INPS/codice INPS/filiale azienda” è indicata la matricola Inps dell’azienda; nel campo “periodo di riferimento”, nella colonna “da mm/aaaa “ è indicato il mese e l’anno di
competenza, nel formato MM/AAAA; la colonna “a mm/aaaa” non deve essere valorizzata.

 

Esempio di compilazione del modello F24, sezione INPS:

  • Codice sede: 8700
  • Causale contributo: ENFE
  • Matricola Inps: 8700...
  • Periodo di riferimento da MM/AAAA a MM/AAAA: __/201_     //
  • Importi a debito versati:  ____ (per n. dipendenti)

 

Modalità di compilazione del flusso UniEmens

I datori di lavoro interessati compileranno il flusso Uniemens nel seguente modo: all’interno di <DenunciaIndividuale>, <DatiRetributivi>, <DatiParticolarii>, valorizzeranno l’elemento <ConvBilat> inserendo nell’elemento <Conv> in corrispondenza di <CodConv> il valore “ENFE” e in
corrispondenza dell’elemento <Importo> l’importo, a livello individuale, del versamento effettuato nel mod. F24 con il corrispondente codice.
L’elemento <Importo> contiene l’attributo <Periodo> in corrispondenza del quale va indicato il mese di competenza del versamento effettuato con F24, espresso nella forma “AAAA-MM”.